RSS feed RSS feed   Facebook Facebook   Twitter Twitter    
Bellezza e salute
Consulenze
Convenzioni
Corsi
Donna e femmina
Ecologia e ambiente
Formazione
Informazione pubblictaria
Lavoro
Le tue segnalazioni
Lex
Moda e modi
News
Oroscopo
Parlano i lettori
Passaparola
Aforismi d'oro
Aforismi per Amore
Aforismi per Tempo
Diciamo la verità
Fammi ridere un po'
Fermati un attimo
Il linguaggio dei fiori
Parla con lei
Pollice rosa
Proposte
Sorridi con me
Un uomo,una donna
Solidarietà
Viaggi / Accomodation
PASSAPAROLA
Invia ad un amica/o
Una brava persona di Cristina Obber
Ecco chi ha vinto a Milano. Perche' gli italiani e i milanesi sono questo.
Ecco chi ha vinto a Milano. Perché di questo hanno bisogno i milanesi - e gli italiani- perché sono – siamo - brave persone.

Siamo di destra e di sinistra, di centro, moderati, impegnati e disinteressati, cattolici e laici, giornalisti, casalinghi, commessi, imprenditori, tramvieri, giornalai, disoccupati e professori, siamo tanti e siamo bravi. Lavoriamo, cresciamo figli, conciliamo famiglia e lavoro, cultura, sport e gite fuori porta, qualche vacanza se ci riusciamo.
 
 Ci piace andare al cinema e mangiar bene con gli amici, ma quando c’è da lavorare non ci tiriamo indietro, lo facciamo con passione e dedizione, anche quando lo stipendio ci offende, come accade a molti.
 
E siamo solidali. Siamo un popolo generoso, che ha alle spalle una storia di fatica e di emigrazione che non ha dimenticato e che ci salva da una propaganda costruita a tavolino che ci vuole indurire ed inasprire, ma non ci riesce. Siamo un paese dove l’associazionismo e il volontariato difendono diritti e sostituiscono le istituzioni nelle chiese, nei quartieri, negli ospedali.

Siamo una repubblica fondata sul lavoro.Vi ricordate i manifesti del presidente operaio?Fine della pagliacciata.Non ci crede più nessuno che mister Bi sia uno di noi.Ma non perché non possiamo permetterci di essere uno come lui, perché NON vogliamo essere come lui. Né come lui né come tutti quelli che gli assomigliano e lo sostengono all’inverosimile perché senza di lui tornerebbero ad essere i nessuno che sono.L’arroganza non paga più.
 
La volgarità non paga più.E’ il capolinea di chi campa di insulti e colpi bassi, dalla Santanchè a Borghezio, Letizia Moratti in testa.Perché noi italiani siamo altro. Perché i milanesi sono altro.E non si faranno infinocchiare dalle grida Al lupo al lupo, che già riempie la bocca di una destra delegittimata dal suo stesso elettorato, non più disposto a barattare la propria dignità di cittadino per tener fede ad un patto da tempo infranto.

Dio, patria e famiglia sono valori che nulla hanno a che fare con il bunga bunga, con la bat-casa, con gli attacchi a Napolitano e all’inno di Mameli.
 
I milanesi hanno detto basta. E trascineranno con sé il paese.
 
==============================================
 
Vuoi dire la tua? Vai sul blog di dols
io non ci sto: per una tv libera dagli stereotipi
Pubblicità Condizioni di uso Credits
Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità del materiale. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001